Carissimi pazienti,

durante questa fase di quarantena abbiamo lavorato per migliorarci.

Abbiamo dedicato tanto tempo all’aggiornarmento professionale generale e specifico per la gestione di questa fase che stiamo vivendo, abbiamo pensato alla riapertura e riorganizzato lo studio per affrontarla al meglio.

Abbiamo pensato sempre al nostro lavoro e quindi abbiamo pensato sempre anche a Voi.

Tra pochi giorni dovremmo avere il via libera per poter riprendere la nostra professione e quindi per poter curare i nostri pazienti con regolarità.

Vi ringrazio per la pazienza e la comprensione che avete avuto in questa fase di sospensione delle terapie: era necessario farlo.

Ho parlato con molti di voi per poter gestire a distanza le piccole problematiche e ci siamo resi disponibili per la gestione delle urgenze, che per fortuna sono state poche, a riprova che investire in prevenzione è sempre la scelta più giusta e Vi ringrazio nuovamente perchè Voi avete sposato questa nostra filosofia che, siamo convinti, è sempre la più giusta strategia di cura in ogni ambito medico, odontoiatria compresa.

Vi scrivo perchè siamo pronti e assolutamente convinti di aver messo in atto le migliori procedure per potervi riaccogliere.

Sapete sicuramente quanto io abbia sempre riposto la massima attenzione alle procedure di sicurezza e quanto abbia formato il mio personale nel rispettarle: per me un valido studio dentistico che offra modernità, cura e precisione non può prescindere da questo!

Adesso ancor di più possiamo garantirvi il massimo della sicurezza, attraverso la messa in atto di protocolli ancora più rigidi per far si che il Coronavirus (SARS-coV-2) rimanga al di fuori delle nostre mura!

La vostra salute, la mia e quella dei miei collaboratori è un valore assoluto nella mia professione e chi mi segue lo ha sempre riconosciuto.

Troverete qualche cambiamento nei protocolli operativi ma non preoccupatevi io e il mio personale vi guideremo con sicurezza e professionalità come è sempre stato fatto.

 

In attesa di potervi rivedere presto vi mando il mio più caro saluto.

 

Dr. Mauro Virzì