Prima Visita

Prima visita gratuita? No grazie!

Scegliete un professionista serio che vi dedichi del tempo per una visita accurata

Se la visita è gratuita, l’unico modo per sostenere questo costo è convincere il paziente a sottoporsi ad un trattamento, anche quando non è davvero necessario.

Vi offrono la prima visita gratuita? Rifiutatela!

Scegliete un professionista serio che vi dedichi del tempo per una visita accurata e individualizzata che vi dia una diagnosi certa e un piano di cure adeguato.

Luigi Paglia, Direttore scientifico de “Il Dentista Moderno”

“Sempre di più odontoiatri e centri odontoiatrici offrono il primo consulto gratuito per attrarre nuovi pazienti trasformando un momento fondamentale come è la prima visita in un (dubbio) strumento di marketing. Anche alcune assicurazioni e fondi integrativi offrono la visita gratuita ai propri associati mettendo tutto sul conto del malcapitato medico che ha aderito alla convenzione.

La scelta della visita gratuita viene spesso giustificata con la motivazione di poter conoscere meglio il paziente o di capire le sue esigenze e di favorire “magnanimamente” il suo accesso alle cure.

Per tutti noi clinici la prima visita ha sempre rappresentato il requisito necessario per ogni successivo trattamento: viene compilata la scheda anamnestica, vengono raccolti i consensi informati, vengono prescritti gli eventuali accertamenti radiologici necessari, si pianificano tempi adatti per gli incontri successivi, si descrivono gli interventi e le procedure, viene elaborato il preventivo provvisorio e discusso con il paziente per descriverne gli aspetti clinici ed economici.

Se la visita è gratuita, l’unico modo per sostenere questo costo è convincere il paziente a sottoporsi al trattamento (anche quando, forse, non ce n’è davvero bisogno). Il dentista tenderà a ridurre i tempi della visita, per garantirsi più interventi, dedicando meno attenzione e cura a ogni singolo paziente.

E a questo punto forse la visita non è più davvero gratuita come dice la pubblicità; infatti, l’obiettivo non diventa più “educare” il paziente, fornendogli informazioni davvero utili e adeguate, ma “vendergli” un servizio. Il clinico inoltre, guadagnando esclusivamente sul trattamento, spesso si disabitua a fornire un parere davvero indipendente e “spassionato”. Il dentista non potendo dedicare al paziente il tempo necessario per fare una visita completa, accurata e personalizzata, difficilmente sarà in grado di indicare la soluzione clinica migliore e individualizzata.

Il paziente, infine, pur risparmiando pochissimi soldi sulla visita, rischia di pagare cento volte tanto sulle possibili complicanze o per interventi inutili subiti.

Per tutti questi motivi ritengo che la prima visita abbia un costo per lo studio e un prezzo per il paziente ed è convenienza di entrambi che venga pagata!”

Imparare a prendersi cura della propria bocca e sapere quali sono le migliori abitudini alimentari è molto importante sin dalla più tenera età.

E qual è il miglior modo per apprendere se non attraverso attività ludiche in piccolo gruppo?

Lo Studio Virzì organizza periodicamente incontri ricreativi per far conoscere ai bambini l'anatomia della bocca e le semplici regole per prendersene cura e mantenerla sana nel tempo!

Cosa facciamo durante questi incontri?

  • guardiamo dei brevi cartoni animati creati appositamente per i piccoli pazienti;

  • coinvolgiamo i bambini in attività ludico-formative;

  • facciamo una sana merenda insieme;

  • li guidiamo nella pulizia dei denti e, attraverso delle magiche pastiglie rivelatrici di placca, scopriamo insieme il modo migliore per spazzolarli!

    Partecipare a queste attività permette inoltre ai bambini di conoscere l'ambiente dello studio odontoiatrico, di stabilire un rapporto di fiducia con il medico pedodonzista e di affrontare quindi le visite dal dentista con grande serenità.

Andare dal dentista non è mai stato così divertente!